Bambini protagonisti con Kids Creative Lab di Guggenheim e Oviesse - Tada Lab
1336
post-template-default,single,single-post,postid-1336,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-3.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Bambini protagonisti con Kids Creative Lab di Guggenheim e Oviesse

Arrivati ormai alla quarta edizione i Kids Creative Lab, nati dalla collaborazione tra Collezione Guggenheim e Oviesse, a cui quest’anno si sono aggiunti anche l’Università Ca’ Foscari e il Comune di Venezia, hanno visto coinvolti ben 1 milione di bambini, 35.000 classi, 4.000 scuole. I piccoli artisti sono stati impegnati a ricreare con coloratissimi libretti pop-up i loro paesaggi del cuore.

Paesaggi del cuore in libri pop-up

Seguo il progetto Kids Creative Lab dalla sua prima edizione, in questi anni è cresciuto coinvolgendo sempre più bambini e scuole, arrivando al milione di partecipanti. Quest’anno non ho potuto partecipare in prima persona, ma ho visitato la mostra allestita a Ca’ Foscari con tutti i lavori realizzati dai bambini: un tripudio di colori e forme, tantissimi libretti pop-up, realizzati con i cartoncini messi a disposizione da Favini, che raccontano i paesaggi del cuore dei piccoli artisti: profili di case, palazzi, paesaggi e città dagli inconfondibili skyline.

Il kit C-Arte

Il kit d’artista, C-Arte è stato la guida per i bambini prima per riflettere sul concetto di luogo del cuore, immaginario o reale, e poi per realizzare un libro d’artista. Progettato dal Dipartimento Educativo del Guggenheim il kit era ispirato da grandi artisti e incentrato su tematiche multidisciplinari:

“Per progettare il Kit d’Artista ci siamo ispirati ad alcune figure di rilievo nel panorama artistico e a tematiche multidisciplinari utili ai fini della programmazione scolastica. Per la realizzazione del laboratorio abbiamo guardato all’opera di Bruno Munari, che nel 1949 progetta i “libri illeggibili”; grazie al formato, al colore e al taglio della carta e all’assoluta assenza di testo, essi costituiscono oggetti preziosi dal design unico. Oltre a Munari sono tantissimi gli artisti che realizzano libri meravigliosi, delle vere e proprie opere d’arte che potremo scoprire insieme. Una seconda ispirazione ci è giunta dalla mappa, luogo d’incontro tra arte e geografia, e dalla necessità di rappresentare il mondo nella quale da secoli, si cimentano cartografi e artisti…”

 

Rashid Rana ‘Landscape to a Lanscape’

A concludere il percorso tra i lavori realizzati dai bambini e la riflessione sul paesaggio, l’opera ‘Landscape to a landscape’ dell’artista Rashid Rana, un fotocollage che riproduce il dipinto ‘Paesaggio Italiano’ di Jacob de Heusch, attraverso le fotografie dei luoghi mandate dai partecipanti al progetto, utilizzate come tante tessere di un mosaico.

I laboratori

Assieme alla mostra, visitabile a Ca’ Foscari fino al 27 aprile, sono proposte diverse attività e laboratori per bambini e scuole:

Tutti i giorni:
laboratori gratuiti per gruppi e scolaresche su prenotazione ( 041 2405401/ 440)

  • VE | NE | ZIA
    A partire dai 4 anni
  • SU E ZO
    A partire dai 6 anni
  • NORMOGRAFO LAGUNARE
    A partire da 8 anni

Interventi sui temi del progetto a cura dei docenti dell’Università Ca’ Foscari Venezia:
Federica Cavallo
Emanuele Ciampini
Paola Corò
Marcella Mariotti
Pia Masiero
Elisabetta Zendri

Nei fine settimana:
Ca’ Foscari Tour: visite guidate per adulti e famiglie a Ca’ Foscari su prenotazione (clicca qui), fino a esaurimento posti.

  • Sabato 23 aprile
    Ca’ Foscari Tour: ore 15.00/ 15.30/ 16.00/ 16.30
  • Domenica 24 aprile
    Ca’ Foscari Tour: ore 10.00/ 11.00/ 11.30/ 12.00/ 12.30
    Laboratori a cura dell’Associazione Bruno Munari: 11.00 – 15.00. Su prenotazione (041 2405401); fino a esaurimento posti

(Articolo inizialmente pubblicato su Incontralarte)

No Comments

Post a Comment